DIVISIONE INGEGNERIA

PROGETTAZIONE STABILIMENTI

Grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie collaborative e ai moderni sistemi di comunicazione, seguiamo i nostri clienti durante tutto il processo di sviluppo di stabilimenti produttivi, garantendo la massima sincronia tra gestione del progetto e ingegnerizzazione delle sue singole parti (civile, meccanico, elettrico, piping, strumentazione ecc..)

 

  • Stabilimenti per la fusione di alluminio
  • Stabilimenti per laminati di alluminio
  • Stabilimenti per estrusi di alluminio
  • Impianti di processo

Business value:

  • Ottimizzazione del capitale d’investimento e massimizzazione dell’efficienza produttiva
  • Sincronizzazione delle funzioni di ingegneria collaborando in modo continuo grazie ai moderni sistemi di comunicazione

SERVIZIO DI DIAGNOSI E SET UP IMPIANTI DI COMBUSTIONE

Vecchi impianti necessitano spesso di essere ricalibrati per poter lavorare con i parametri ottimali al fine di un corretto funzionamento e una minimizzazione dei costi aziendali. Il nostro personale tecnico ha le capacità e la strumentazione adatta per offrire ai nostri clienti un servizio di chekup completo per impianti di combustione nuovi, pre-esistenti e obsoleti.

  • Analisi della Combustione
  • Analisi di emissioni CONOx
  • Calibrazione impianti di combustione
  • Rimodernamento strumentazione impianti
  • Rimodernamento software impianti

DIVISIONE PRODUZIONE

LAVORAZIONI PARTI MECCANICHE

Non lavoriamo solo per noi, ma offriamo la nostra esperienza per ingegnerizzare e realizzare prodotti e particolari fuori standard di aziende terze. La nostra officina meccanica e attrezzata con macchine a controllo numerico e manuali in grado di produrre elevate qualità di finitura.
Il nostro parco macchine ci permette di lavorare:

  • X=600 x Y=1000 x Z=400 mm per parti adatte alla fresatura
  • D=330 x L=2200 mm per parti adatte alla tornitura
  • Foratura da 1 to 50 mm di diametro
  • Maschiatura cieca e passante/li_item]
  • Molatura e finitura delle saldatura
  • Materiali: Acciai al carbonio strutturale, Acciai inossidabili, Calcio silicato denso, Grafite, ottone, bronzo, rame, etc..
  • PROTOTYPING

    La differenza tra un’idea e un prodotto è la sua realizzazione. Una grande idea non avrà mai successo finché non sarà prodotta; a questo scopo nasce il servizio di prototipazione che mette a disposizione l’esperienza a 360° della nostra azienda.

    La realizzazione di un prodotto prevede la definizione di diversi processi e tecnologie. I nostri tecnici possono seguirvi per quanto riguarda:

    • Scelta dei materiali idonei
    • Definizione delle tecnologie e dei processi di lavorazione
    • Definizione dei tempi e dei costi di produzione su piccola e larga scala
    • Progettazione sistemi: meccanici, pneumatici, idraulici, elettrici e combustione
    • Selezione dei componenti standard già presenti sul mercato
    • Documentazione tecnica di prodotto

    LABORATORIO SALDATURA

    Mettiamo inoltre a vostra disposizione il nostro laboratorio di saldatura con quale siamo in grado di eseguire:

    Il processo di saldatura a filo continuo viene ampiamente utilizzato per l’elevata produttività.
    Il processo di saldatura TIG, è un processo di saldatura per fusione, autogeno. L’arco elettrico scocca tra l’elettrodo infusibile, che si trova sotto protezione gassosa, ed il materiale da saldare.
    L’elettrodo del TIG è in Tungsteno, materiale ad alta temperatura di fusione e con ottime proprietà di emissione termoionica.
    Il processo di saldatura in arco sommerso è un processo del tutto, o almeno parzialmente, automatizzato e può essere impiegato per una vasta gamma di spessori fornendo giunzioni di elevata qualità eseguite in condizioni controllate.
    E’ un processo di saldatura autogena tramite fiamma. Il gas utilizzato è una miscela di acetilene e ossigeno che permette di raggiungere una temperatura molto elevata (3030 °C). Con questa tecnica si ha una buona distribuzione di calore sulla superficie da saldare inoltre la fiamma è rigida e quindi ben orientabile.
    Di contro l’elevato e diffuso calore, genera zone termicamente alterate molto ampie e ritiri termici elevati. Il processo si applica limitatamente alla saldatura di spessori ridotti, viene quindi utilizzato per saldature di tubi non ripresi di piccoli spessori e lamiere di spessore compreso tra 6 e 8 mm.